Radiatori a motore per le macchine a movimento terra

La terra va decisamente lavorata per bene e per fare ciò occorrono le macchine giuste. Esse a loro volta hanno bisogno di alcuni fondamentali elementi che le compongono tra cui i radiatori. Questi ultimi sono davvero indispensabili per il giusto funzionamento dell’apparato del mezzo di trasporto ed è per questo che certi loro aspetti fondamentali non vanno assolutamente sottovalutati.

I radiatori a motore per le macchine movimento terra sono destinati a macchine gradi e robuste e proprio per questo devono essere leggermente diversi rispetto agli escavatori o ai camion o a qualsiasi altro mezzo. Un errore di un certo tipo, o la mancata compatibilità di alcuni pezzi, possono portare all’assoluto malfunzionamento della macchina che sicuramente non costerà poco. Il  radiatore  per le macchine movimento terra è una delle parti più importanti, come abbiamo detto,delle macchine e ne rappresenta il fulcro per quanto riguarda per esempio la parte centrale della macchina stessa. Quella che serve per il controllo della temperatura e della pressione, dell’olio o di qualcos’altro. Questo tipo di aggeggi si possono acquistare nei negozi specializzati e sopratutto nei negozi online.

Alcuni non vogliono fidarsi della tecnologia ma ormai l’acquisto online è il metodo più veloce che ci sia, diventando anche sicuro. I radiatori  motore come ogni tipo di radiatore per un certo tipo di macchine, necessitano di essere sempre tenuti sotto controllo  proprio perché rappresentando una parte centrale deve sempre essere perfetta. Acquistare un radiatore non è cosa da poco specialmente perché essendo basati sulla compatibilità, i pezzi devono combaciare per bene e a volte non accade. Vi sono tantissimi produttori e marchi di radiatori che garantiscono ad essi un ottimo funzionamento e allo stesso tempo malgrado la qualità, anche un prezzo accessibile. Le case produttrici devono tutelare i propri clienti vendendo dei prodotti ottimi. Per avere un radiatore a motore come si deve, bisogna affidarsi sicuramente alle proprie competenze o a quelle del rivenditore stesso che decisamente saprà consigliarci per bene.

I modelli per le macchine movimento terra devono anche rispettare alcune norme e per questo si possono definire omologati. Vi sono tante piccole regole e diversi accorgimenti che vanno rispettati se vogliamo che i nostri radiatori siano tutti perfetti e soprattutto se desideriamo che la nostra macchina non abbia problemi di funzionamento né all’inizio né in futuro. Sicurezza e pulizia prima di tutto quindi.

 

Nascita e sviluppo dell’arte contemporanea

A partire dagli anni 60 e per tutto il periodo degli anni 70 abbiamo assistito ad una  grande esplosione di movimenti culturali che venivano ben rappresentati nella musica, nascono infatti alcuni fra i gruppi più importanti della storia e anche in Italia locali come il piper Roma lanciano personaggi, come ad esempio Patty Pravo.

La grande evoluzione culturale sia però nel mondo dell’arte che cambia completamente quelli che sono i propri canoni e nasce quindi quella che viene chiamata arte contemporanea.

L’arte contemporanea porta una vera rivoluzione, infatti prima un’opera d’arte veniva catalogata facilmente in un genere ben specifico, mentre l’arte contemporanea diventa di difficile definizione e si assiste allo sviluppo di nuove tendenze come: pop art,  arte concettuale, arte povera e graffiti.

Questa nuova forma d’arte si trasforma come la società seguendo di pari passo quelli che sono i cambiamenti che avvengono nel mondo e si assiste ad una caduta di quelli che erano considerati i capisaldi dell’arte fino a quel momento.

Con lo sviluppo di questa nuova forma d’arte cambia anche il modo d’esposizione dei musei specializzati nell’arte contemporanea e nascono anche le gallerie dove vengono messi in vendita dagli stessi autori le opere che servono da sostentamento economico.

Una parte fondamentale nello sviluppo dell’arte moderna lo occupa la ricerca che viene fatta, infatti vengono sviluppati sempre di più nuovi strumenti artistici che hanno cambiato il modo di fare arte.

I principali movimenti dell’arte contemporanea

I movimenti dell’arte contemporanea sono molto diversi fra loro e si sono suddivisi per  decadi a partire dagli anni 50.

Arte Povera

L’arte povera è un movimento artistico che si è sviluppato in Italia negli anni Sessanta nel torinese, grazie alle mostre organizzate alla Galleria La Bertesca di Francesco Masnata.

L’ arte povera viene definita come una polemica di quella che era l’arte tradizionale della quale rifiuta tutte quelle che sono le tecniche e per creare opere d’arte usa materiali come la terra, il legno, gli stracci e la plastica.

Un’altra importante caratteristica di questa tipologia d’arte e quella del cambiamento  nella tipologia dell’installazione che viene vista come un’opera che mette in correlazione le opere con l’ambiente con lo specifico obiettivo attraverso questa forma d’arte  è quella di ridurre ai minimi termini gli archetipi.

Pop art

La pop arte sicuramente la corrente più conosciuta dell’arte contemporanea e si è sviluppata negli Stati Uniti a partire dal XX secolo  e si occupa nello specifico della rappresentazione della realtà.

I principali rappresentanti  del movimento della pop art sono Roy Lichtnestein, George Segal specializzato in opera di gesso a grandezza naturale e soprattutto Andy Warhol,  che attraverso le sue opere voleva porre l’attenzione sugli oggetti della società dei consumi.

 

 

Locali della Riviera Romagnola: scatenarsi a ritmo del miglior sound

Per gli amanti del divertimento la Riviera Romagnola è sicuramente il posto giusto, durante il giorno ci si può rilassare al mare e durante la notte ci si può scatenare in locali notturni di tendenza. La movida romagnola è famosa in tutto lo stivale, è possibile trovare una grande varietà di locali, come accade anche nella capitale, che ospita discoteche roma di primo livello, ci si può scatenare a ritmo di musica latino-americana, salsa, techno, commerciale, house ecc.

Le discoteche più alla moda

Com’è stato già detto in precedenza la Riviera Romagnola è il paradiso degli amanti delle discoteche, di seguito sono illustrati alcuni tra i migliori locali presenti.

  • Cocoricò, storica discoteca di Riccione, che ogni anno ospita migliaia di giovani amanti della musica techno e house. La struttura è stata aperta negli anni novanta e con il passare degli anni ha collezionato solamente serate di successo ed uniche, ospitando spesso dj molto famosi nel panorama della musica mondiale. Al suo interno sono presenti 5 sale ed ampi spazi dove ricaricare le forze e iniziare di nuovo a ballare. Sono presenti inoltre diversi bar dove è possibile gustare deliziosi cocktails.
  • Baia Imperiale, locale realizzato in grande stile, che ricorda un vero e proprio tempio romano. L’ingresso del locale si trova sulla cima di una grande e maestosa scalinata, adornata con statue di antichi dei romani, l’arredamento interno è stato scelto per creare un’atmosfera d’altri tempi, dedicata ovviamente al mondo romano, con obelischi, statue, fontane ecc. La Baia Imperiale è una delle discoteche italiane più famose in tutto il mondo, la struttura si sviluppa su ben 4 piani, dove sono presenti 5 sale con musica diversa, tra cui house, hip hop-R&B, commerciale, anni 70’ e 80’ ecc. Il punto di forza di questo locale, unico nel suo genere è sicuramente la possibilità di essere all’improvviso e come per magia catapultati in un’altra epoca, circondati da ancelle, sireni e sfingi. La struttura è inoltre spesso utilizzata per realizzare eventi importanti come meeting, convegni e congressi.
  • L’Altro Mondo Studios è una discoteca che si trova a Rimini, proprio davanti l’aeroporto di F. Fellini. Questo locale è molto frequentato dai giovani sia durante la stagione estiva, sia durante l’inverno, ciò che lo rende unico è il suo arredamento interno. La struttura inoltre organizza periodicamente lo schiuma party, serata in cui gli ospiti si divertono a ballare circondati da spruzzi di acqua e schiuma. All’interno della struttura sono presenti tre sale, che spesso ospitano dj molto famosi nel panorama della musica italiana.
 

La nuova filosofia del rifiuto

Negli ultimi anni si è assistito ad una vera rivoluzione del concetto di rifiuto. Ciò è dovuto sia alla nascita di un forte sentimento di rispetto del paese, sia a causa della crisi economica che ci ha portato alla rivalutazione di ciò che prima avremmo buttato senza troppi riguardi. Questo nuovo modi di pensare non si focalizza soltanto nella nostra vita quotidiana ma anche nel mondo dell’industria. La crisi e la filosofia verde hanno rivoluzionato anche il mondo del mercato, ed in modo molto significativo.

Cos’è il rifiuto?  Uno scarto che non entra a far parte del ciclo naturale di vita di altri esseri o nella produzione di altra materia o energia. Gli scarti di produzione ad esempio possono essere determinati da diversi fattori, ad esempio spreco di prototipi nella parte di realizzazione di un nuovo prodotto. Spesso i prototipi realizzati sono decine e rappresentano non solo uno scarto della produzione, perché non possono più venire inseriti nella stessa, ma anche un inutile dispendio economico. Poi ci sono le parti non adatte: le multinazionali hanno uffici di progettazione dislocati in tutto il mondo, è possibile che un subappaltatore non riceva un file aggiornato o non legga un messaggio di posta elettronica e produca quindi parti non valide che vengono inevitabilmente scartate. Infine le modifiche nei materiali: quando un subappaltatore non è in grado di consegnare il grezzo richiesto, suggerisce in genere un’alternativa. Spesso le nuove informazioni si perdono tra l’ufficio acquisti e il reparto di produzione dell’azienda.  

Chi possiede un’azienda di qualsiasi dimensione che si occupi della produzione di qualcosa, sa che qualsiasi processo produce scarti. Grazie alle nuove tecnologie è possibile ridurre moltissimo questi scarti di produzione e i rifiuti prodotti dalle catene di produzione. Il riciclo può essere effettuato non solo dai singoli cittadini privati ma anche dalle aziende. I titolari di aziende sono tenuti a trattare i rifiuti nel modo più consono ed adeguato, anche tenendo un registro carico scarico rifiuti per registrare tutte le attività inerenti ai rifiuti prodotti dalla propria impresa. Particolare cura bisogna avere per i rifiuti particolari che hanno bisogno di speciali metodi per lo smaltimento, esistono molte agenzie che sanno come trattare tutti questi rifiuti e a trasformarli in masse il più possibile poco dannose e nocive per l’ambiente.

Cambiare il modo di produrre e l’impatti della produzione sulla natura e sul nostro pianeta è la chiave per arrivare pronti alle nuove sfide che si porranno in futuro all’umanità tutta.

 

Come Dormire Meglio

Il primo passo per un sonno migliore è quello di trasformare la vostra camera da letto in un luogo di riposo, non in un centro di intrattenimento o in una zona di lavoro. Questo significa che è necessario mantenere il vostro ambiente fresco, buio e silenzioso. Se non si dispone di aria condizionata, il ventilatore è più che sufficiente. Se la vostra camera non è abbastanza scura, provate a utilizzare una mascherina per occhi.

Se il rumore disturba il sonno, si può scegliere di indossare un paio di tappi per le orecchie in schiuma morbida o di cera e prendere delle gocce naturali per dormire. E’ anche importante che il vostro sonno sia conciliato da un materasso, cuscino e lenzuola di buona qualità. Pensate infatti a ciò che si spende per una macchina. Probabilmente trascorrete molte più ore nel vostro letto che nel vostro veicolo, quindi deve essere ritenuto come un investimento.

Assicurarsi di indossare un abbigliamento comodo, ad esempio un pigiama fatto di un tessuto leggero come lino o cotone. L’ esercizio fisico inoltre fa molto bene. Una soleggiata giornata estiva è l’ambiente ideale per l’allenamento all’aperto: durante il giorno aiuta a dormire la notte, ma solo se si dà il tempo sufficiente al corpo per rilassarsi (almeno tre ore), altrimenti stimolerà il vostro corpo al momento in cui si deve andare  a dormire.

 

Considerazioni e svantaggi di un drone giocattolo

State seriamente pensando di cedere alla tentazione di acquistare un drone? La scelta potrebbe risultare difficile, soprattutto nella fase di scelta del modello che sarà più adatto a voi. Per prima cosa dovrete domandarvi quale sarà il suo uso: lo comprate per lavoro, oppure per fare riprese amatoriali? Un drone prezzi non è un giocattolo e richiede per questo un minimo di esperienza e manualità per essere usato correttamente: esistono vari modelli e tipi di dispositivi, che vengono definiti in base al numero di motori installati al loro interno (per esempio un multirotore con 3 motori si chiamerà tricottero, se invece ne ha 4 di motori diventa un quadricottero).

La questione del motore non deve essere sottovalutata: meno motori si hanno e minore sarà il consumo, aumentando l’agilità del dispositivo. Ovviamente un quadricottero sarà più pesante di un tricottero, ma è il modello più stabile e idoneo per chi intende iniziare a volare con questi droni. Ricordate che per ogni scopo c’è un drone più adatto: se state iniziando ora e volete utilizzare un drone unicamente per le riprese amatoriali, optate quindi per un quadricottero.

Unica vera nota dolente di questi prodotti è la batteria: i nuovi modelli presentano indiscutibilmente alcune migliorie a livello di massa, voltaggio e volume, ma il problema resta. Solitamente per un’ora di tempo di ricarica si possono effettuare voli per massimo 7-8 minuti.

 

Novità – News

TUTORIALS ITALIANI sulla creazione di oggetti saranno periodicamente pubblicati sul forum nella sezione TUTORIALS

A chi sono rivolti: inizialmente per PRINCIPIANTI, ovvero per tutti coloro che hanno intenzione di capire cosa serve per cominciare, e come cominciare.

Perchè sul forum: per questioni tecniche e di tempo, ma soprattutto per dare supporto diretto a chi dovesse incontrare problemi.

Di volta in volta saranno affrontati argomenti e tecniche aggiuntive.

Tutorials e guide aggiunte recentemente

Mini Tutorial: Tradurre Cibi Come tradurre facilmente un cibo che presenta menù inglesi in Italiano. (12-03-08)

Impariamo a clonare Cosa e come clonare. Struttura di un package. (14-02-08)

GUID DataBase Come registrare nuovi GUID univici. (08-02-08)

ALTRI TUTORIALS …..